Alcuni dei miei Videoclip

Loading...

mercoledì 14 marzo 2012

Conversa de botequim (Noel Rosa) - traduzione in italiano

La foto a lato ritrae una statua esposta nel quartiere popolare di Rio de Janeiro in cui nacque e visse il grande Noel Rosa : Vila Isabel. 

La scena è quella che Noel descrisse in una sua celeberrima canzone del 1935 : "Conversa de Botequim" (Conversazione da bar), di cui molto umilmente e con moltissimi dubbi ho preparato la traduzione in italiano. 

A tal proposito, ben vengano i consigli, le correzioni e l'aiuto dei miei preziosi amici brasiliani :-) !! 



Noel, da buon Bohemien, è seduto al tavolino di un bar, un botequim, forse da ore, probabilmente a pensare, a prendere appunti, a scrivere il teso di qualche sua canzone e certamente a bere. 
Il cameriere del bar (garçon) inizia a pulire il tavolino di Noel, mentre lui ancora è seduto..... Sembra che all'epoca questo fosse un gesto "educato" per invitare il cliente ad andarsene dal bar. 
...leggendo il testo della canzone si capisce bene perchè il garçon voglia far sloggiare Noel .... :-) 

Allora Noel, un po' seccato risponde al gesto del garçon con questa canzone "Conversa de botequim" che è rimasta nella storia della musica popolare  ed è stata interpretata da qualsiasi musicista brasiliano degno di questo nome, da Chico Buarque al ragazzino alle "prime note". 

Il videoclip che ho inserito qui sotto, in cui  Chico Buarque interpreta proprio "Conversa de Botequim" è stato girato nel 2005 in un meraviglioso bar-pasticceria del centro di Rio de Janerio (Confetaria Colombo) .... un posto magico che consiglio di inserire nell'itinerario di viaggio a chiunque abbia in programma una visita a Rio .... un posto in cui sembra che il tempo si sia fermato proprio agli anni '30 .... gli anni di Noel ... 
Certo, in un giorno lavorativo qualsiasi, la folla dei clienti toglie molta della poesia del luogo che invece è assolutamente intatta nel videoclip di Chico.




Conversa de Botequim 
Conversazione da bar 
Traduzione in italiano a cura di Guido Rita

Seu garçom1 faça o favor de me trazer depressa
Garçon1 mi faccia il favore di portarmi in fretta
Uma boa  média2 que não seja requentada
Una buona media2 che non sia riscaldata
Um pão bem quente com manteiga à beça
Pane ben caldo con burro a volontà
Um guardanapo e um copo d'água bem gelada
Un tovagliolo e un bicchier d’acqua gelata
Feche a porta da direita com muito cuidado
Chiuda la porta sulla destra con molta attenzione
Que eu não estou disposto a ficar exposto ao sol
Che non sono disposto a stare esposto al sole
Vá perguntar ao seu freguês do lado
Chieda a quel suo cliente
Qual foi o resultado do futebol.
Qual è stato il risultato della partita di calcio

Se você ficar limpando a mesa3
Se si metterà a pulire il tavolino3
Não me levanto nem pago a despesa
Non mi alzerò e non pagherò il conto
Vá pedir ao seu patrão uma caneta, um tinteiro,
Vada a chiedere al suo padrone una penna, un calamaio 
Um envelope e um cartão4,
Una busta e un cartoncino4
Não se esqueça de me dar palitos
Non si dimentichi di portarmi gli stuzzicadenti
E um cigarro pra espantar mosquitos
E una sigaretta per scacciare le zanzare
Vá dizer ao charuteiro que me empreste umas revistas,
Vada a dire al tabaccaio che mi presti alcune riviste
Um isqueiro e um cinzeiro
Un accendino e un portacenere

Telefone ao menos uma vez
Telefoni almeno una volta
Para tres quatro quatro tres tres tres5
Al : 34 - 43335
E ordene ao seu Osório6 que me mande um guarda-chuva
E ordini al suo “Osorio”6 che mi mandi un ombrello
Aqui pro nosso escritório7
Qui, al nostro ufficio7
Seu garçom me empreste algum dinheiro
Garçon mi presti qualche spiccio
Que eu deixei o meu com o bicheiro8
Che io ho lasciato il mio denaro al “bicheiro” 8
E vá dizer ao seu gerente
E vada a dire al proprietario
Que pendure esta despesa no cabide ali em frente9.
Che appenda questo conto al gancio lì davanti 9



1 - cameriere

2 - tazza di caffè e latte

3 – se, all’arrivo di un cliente, un cameriere puliva il tavolino era un modo per dire che quel cliente non era desiderato in quel bar.

4 - carta da lettera.

5 - Il numero di telefono che cita Noel in questa canzone divenne tanto famoso che la compagnia telefonica dell'epoca acquistò questo numero per usarlo in una pubblicità.

6 - Questa parola mi ha fatto diventare matto; tutt'ora non so se il senso che gli ho dato è quello corretto e chiedo a chi legge (soprattutto ai miei amici brasiliani) di aiutarmi a tradurla correttamente. Secondo me potrebbe essere il nome proprio del generale Manuel Luis Osorio, quindi il senso potrebbe essere quello, ironico, di generale, comandante o simili. Chissà ….

7 -  Noel passava moltissimo del suo tempo al bar, a scrivere, a comporre musica o semplicemente a bere e a chiacchierare e a suonare con i suoi "colleghi" sambisti (tra cui nomi epici del samba carioca : Cartola, Ismael Silva, Aracy de Almeida etc.).    

8 - Bicheiro = venditore di biglietti del “jogo do bicho”  - * Jogo do bicho – gioco d’azzardo molto diffuso negli anni '30 - una specie di lotteria nella quale ad ogni numero era associato un animale.  Anche in questo caso navigo al buio…. non sono affatto sicuro che la giusta traduzione sia questa….amici brasiliani aiuto J

9 - Cioè che “segni” il conto, faccia credito.  

8 commenti:

  1. Sei un grande, amico!
    Sei stato bravissimo.
    Hai tradotto tutto benissimo.
    Comunque ti do una mano per sciogliere i tuoi dubbi.
    1-ok
    2-ok
    3-il senso è questo ma, non necessariamente, il cliente non era desiderato. Simplicemente il "garçon" lo faceva perche quel cliente andasse via e aprisse spazio ad un altro, continuando così a vendere.
    4-ok. (carta per scrivere dei testi musicale, una nuova canzione)
    5-ok, bravissimo (Classificados do Jornal O Globo 1935)
    6-Il termine "seu" davanti a "Garçon" e "Osório" prendono il senso di "signor". Di solito non si sà il nome dei camerieri; e, sì, "Osório" era un nome molto comune all'epoca. infatti c'era lì un cliente chiamato Osório, ma non era quel famoso generale. Probabilmente l'ha scielto per favorire la "rima" (combinazione fonetica) finale.
    7-ok. bravissimo. infatti era lì il posto dove lavorava (vivia) Noel Rosa.
    8-ok, perfetto. I soldi guadagnati con questo gioco (che esiste fino a oggi ed è considerato contravenzione) possibilitò la crescita strutturale delle scuole di samba carioche.
    9-ok, perfetto.
    Parabéns e muito obrigado por valorizar e divulgar a cultura brasileira e carioca, em especial, amigo.
    Abração, Bruno.

    RispondiElimina
  2. Intanto Grazie al grande Bruno, che mi ha risolto il dubbio legato al misterioso mister Osorio ..... se penso a quanto tempo ho passato ad immaginare chi fosse mai stato questo Osorio !.... e invece era solo una rima baciata .... :-)

    Dello stesso parere sembra essere anche il mio amico Paulo che via mail mi ha inviato i seguenti suggerimenti :

    Punto 6 : Guido, credo che Noel ha scelto il nome “Osório” solo per avere una buona rima con la parola “escritório”. Niente di più.

    Punto 8 : La tua traduzione è corretta. Il “Jogo do Bicho” oggi, anche sia vietato, continua molto popolare, specialmente a Rio de Janeiro. Purtroppo, oggi è strettamente legato al traffico di droga e riciclaggio di denaro, ed è fortemente osteggiato dalla polizia. Negli anni ‘30 aveva un'immagine ingenua e senza pretese.


    Grazie a tutti, le ombre riguardo a questa canzone si sono finalmente dileguate !

    RispondiElimina
  3. Ciao Guido,
    I miei complimenti per questo post su Noel,sei bravissimo!!
    Non è facile tradurre un testo come questo
    perché è pieno di espressioni della vita quotidiana in Rio, vocabolario dell'epoca, anche se ancora presente, i frammenti della routine, il ritmo delle frasi, l'accento carioca, infine, il linguaggio tipico
    de un frequentatore di un bar, senza soldi, e che rende questo posto il suo "ufficio".
    Hai fatto un ottimo lavoro, Guido,
    Mi sento davvero felice di leggere questo bellissimo omaggio al poeta Noel fatta da un grande artista italiano come te.
    Anche io penso che Bruno Di Santo ha fatto un commento molto buono.
    Un abbraccio dal Brasile, Jussara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jussara,
      Ti ringrazio moltissimo per i complimenti, ma non posso che sorridere quando dici che io sono un "grande artista italiano"....esageri....molto.... :-)

      Sono felicissimo che la traduzione funzioni !
      Ancora grazie.
      Aquele abraço !
      Guido

      Elimina
    2. è inutile continuare a scrivere il nome a fine commento,abbiamo capito chi è signor rita!

      Elimina
    3. Chiedo scusa al signor nessuno.... :-)
      E lo ringrazio per essere un così assiduo lettore e commentatore del mio blog !
      Un abbraccio

      Elimina
  4. Ho molto apprezzato la traduzione di Guido, e ne ho preso spunto per un breve articolo musicale sul mio blog. Grazie Guido!

    http://www.leoravera.it/2016/01/04/45-noel-rosa-il-cantore-dei-diseredati/

    RispondiElimina