Alcuni dei miei Videoclip

Loading...

giovedì 1 settembre 2011

I mercenari

Qualche sera fa, durante un mio concerto in piazza (…..con la mia solita adorata musica brasiliana…..) suonando in modo svogliato un brano di un autore che non amo troppo sono stato percorso da un brivido di terrore.

La canzone stava procedendo sciatta, scialba, senza pathos…..un po’ per colpa della canzone, ma soprattutto per colpa di chi la suonava e di chi la cantava…..insomma, era (anche) colpa mia…..e lo sapevo.

Ma il brivido non dipendeva da come stessi suonando/cantando; il fatto è che in un flash ho capito perché stava andando così……..
……..i soldi………..
era l’unico motivo per cui ero là, con la chitarra in braccio e il microfono davanti alla bocca.

E subito mi è venuta in mente una frase che tantissimi anni fa mi disse mio fratello (ex cornista al Teatro dell’Opera, nonché vincitore di diversi concorsi in diverse Orchestre e Teatri in Italia…..un grande….), una frase, all’epoca, assolutamente inconcepibile per uno innamorato della musica come me; mi disse:
<< Io sono come un impiegato in ufficio, vado timbro il cartellino, lavoro e torno a casa…..tu sei molto più artista di me. >>

E allora, mentre la canzone si trascinava stancamente avanti, ho pensato a quanto non sia possibile affrontare la musica, come pure qualsiasi altra arte, avendo come unica motivazione il denaro……. O meglio, è possibile, ma, certo, i risultati lasciano l’amaro in bocca a chi suona e molto probabilmente, nel migliore dei casi, non emozionano chi ascolta.
Insomma bisognerebbe mai essere mercenari nella musica o nell’arte in genere…..
Se non c’è passione, non c’è arte.
I musicisti mercenari non sono artisti.

Quella canzone non finiva mai, così, continuando a suonare, ho avuto il tempo di “sviluppare” le mie riflessioni……

I mercenari sono veramente una piaga per l’umanità……..da sempre……

Perfino l’Impero romano crollò quando fu abolito l’esercito fatto dal popolo e venne istituito un esercito esclusivamente mercenario (tra l’altro, per la maggioranza barbari). 

Eppure l’umanità si sta evolvendo su un terreno incredibilmente fertile per i mercenari….. Cioè per quelli che non muovono un dito se non per avere un ritorno, un guadagno di qualche tipo.

Però c’è da dire che fino a che un musicista-mercenario suona in modo svogliato, senza amore, senza passione, al massimo risulterà un concerto grigio, poco emozionante…..
Ma cosa succede se i mercenari hanno responsabilità più grandi ?
Cosa succede se siedono in Parlamento ?

Come si può pensare di essere “guidati” da una banda di parlamentari abituati sguazzare nella ricchezza, nel privilegio, nel vizio ?
Mercenari (con pochissime eccezioni) disposti a tutto pur di mantenere la loro condizione di super privilegiati……

Leggevo ieri uno dei tanti articoli che denunciava i vari “furti” dei parlamentari ai cittadini italiani :
Stipendio base : 19.150 euro al mese **  
Rimborso spese affitto : 2.900 euro al mese
Cellulare : sempre gratis
Cinema : sempre gratis
Teatro : sempre gratis
Tessera mezzi pubblici : sempre gratis
Assicurazione infortuni, morte : sempre gratis
Ristoranti : sempre gratis
…..la lista non finisce qui…….purtroppo…..

Sarei curioso di vedere quanti di questi mercenari sarebbero disposti a fare politica se non percepissero alcuno stipendio, se non potessero contare su alcun privilegio, se anzi dovessero pagare una quota annua, magari anche solo simbolica.
Insomma, chi continuerebbe a “scaldare la poltrona” se la politica fosse una questione di pura passione ?



La canzone volgeva finalmente al termine e io, inorridito dai miei pensieri su politici  e musicisti mercenari, dovevo fare velocemente qualcosa per chiudere in bellezza, per uscire da quell’abisso…..
Così ho preso tutte le forze che avevo a disposizione…….ho cercato e ritrovato  tutto l’amore che ho per la musica e per la musica brasiliana in particolare, ho pigiato sull’acceleratore, ho aumentato la forza nelle mie falangi, ho spremuto le mie corde vocali, fin dove potevo e anche oltre…….
….e ho sbagliato il finale……  J
….ma con passione !



 **E pensare che io ho studiato una vita (e ancora continuo) per guadagnare al mese molto meno di un decimo dello stipendio di base di un parlamentare……e in più, per me, assolutamente nulla è mai gratis.....



1 commento:

  1. Chi li ha votati? Chi ha votato il partito che li ha nominati? Cosa hanno fatto x gli Italiani?
    Sempre meglio che lavorare

    RispondiElimina