sabato 16 settembre 2017

"As Caravanas": traduzione in italiano del nuovo brano di Chico Buarque

Propongo in questo post un'altra traduzione di uno dei pezzi più belli ed energici (è il brano di cui sono letteralmente "drogato") del nuovo disco di Chico Buarque "Caravanas".

"As Caravanas" è l'ultima traccia del nuovo disco in cui Chico evoca la terribile piaga della schiavitù in Brasile cessata solo alla fine dell'800 (come del resto già fece nel precedente disco con la meravigliosa "Sinha" scritta assieme a João Bosco).





Il testo della canzone racconta dei crescenti sentimenti e atteggiamenti razzisti  della ricca e bella Zona Sud di Rio de Janeiro  che si sente invasa giornalmente da "Carovane" di neri provenienti dalle povere e brutte periferie e favelas nella Zona Nord della città.
Tristemente noto anche in Italia, seppur sotto altre drammatiche forme, è il tema della paura dell' "invasione" di "carovane" di stranieri poveri che genera reazioni follemente xenofobe e razziste.  




In "As Caravanas" ci sono riferimenti al tema jazzistico di Duke Ellington "Caravan" e citazioni del romanzo di Albert Camus "Lo straniero".


Per guardare il vidoclip originale su you tube clicca qui.


Il bellissimo arrangiamento del brano del maestro Luiz Claudio Ramos (da decenni fidato chitarrista di Chico Buarque) è impreziosito dalla beat box vocale del giovane rapper Mike (è incredibile come i suoni di percussioni fatti con la voce dal giovane artista incidano positivamente sul brano, una vera e propria firma).  


Chico Buarque e Mike



As caravanas / Le carovane
Chico Buarque
(traduzione in italiano a cura di Guido Rita) 

É um dia de real grandeza, tudo azul
E' un giorno di vera grandezza, tutto azzurro

Um mar turquesa à la Istambul enchendo os olhos
Un mare turchese come a Istanbul che ti riempie gli occhi

E um sol de torrar os miolos
E un sole che ti arrostisce il cervello

Quando pinta em Copacabana
Quando spunta in Copacabana

A caravana do Arará, do Caxangá, da Chatuba
La carovana da Ararà1, da Caxangà2, da Chatuba3

A caravana do Irajá, o comboio da Penha  
La carovana da Irajà4, il convoglio da Penha5


Não há barreira que retenha esses estranhos
Non c'è barriera che trattenga questi strani

Suburbanos tipo muçulmanos do Jacarezinho
Suburbani tipo i mussulmani del Jacarezinho6

A caminho do Jardim de Alá  
In marcia verso Jardim de Alà7

E' o bicho, é o buchicho, é a charanga
E' bestia8, è confusione, è fanfara

Diz que malocam seus facões e adagas
Si dice che nascondano i loro coltellacci e i pugnali

Em sungas estufadas e calções dis­formes
In costumi da bagno allargati e calzoni sformati

Diz que eles têm picas enormes
Si dice che abbiano piselli enormi

E seus sacos são granadas
E che le loro palle siano granate

Lá das quebradas da Maré
Che vengono dalla collina di Marè9


Com negros torsos nus deixam em polvorosa
Con torsi negri e nudi lasciano in agitazione

A gente ordeira e virtuosa que apela
Le persone giudiziose e virtuose che si raccomandano

Pra polícia despachar de volta
Alla polizia per spedire indietro

O populacho pra favela
Quella gentaglia nelle favelas

Ou pra Benguela, ou pra Guiné
O a Benguela10, o in Guinea11


Sol, a culpa deve ser do sol
Sole, la colpa dev'essere del sole

Que bate na moleira, o sol
Che batte in testa, il sole

Que estoura as veias, o suor
Che fa scoppiare le vene, il sudore

Que embaça os olhos e a razão
Che offusca gli occhi e la ragione

E essa zoeira dentro da prisão
E questo casino dentro la prigione

Crioulos empilhados no porão
Negri ammassati nella stiva

De caravelas no alto mar
Delle caravelle in alto mare


Tem que bater, tem que matar, engrossa a gritaria
Bisogna picchiare, bisogna ammazzare, aumenta il chiasso

Filha do medo, a raiva é mãe da covardia
Figlia della paura, la rabbia è madre della codardia

Ou doido sou eu que escuto vozes
Oppure sono pazzo io che sento voci

Não há gente tão insana
Non c'è gente tanto folle

Nem caravana do Arará
E nemmeno la carovana da Ararà 




1) Ararà = Parque Ararà (Vilà Ararà) = favela della zona Nord di Rio de Janeiro

2) Caxangà (Carepebus) = municipio periferico nel nord dello Stato di Rio de Janeiro

3) Chatuba = quartiere periferico di classe medio bassa a nord di Rio de Janeiro

4) Irajà = quartiere periferico di classe medio bassa nella zona nord di Rio de Janeiro

5) Penha = quartiere periferico di classe medio bassa nella zona nord di Rio de Janeiro

6) Jacarezinho = vasta favela nella zona nord di Rio de Janeiro

7) Jardim do Alà = bel parco situato tra Ipanema e Leblon in una zona ricca di Rio de Janeiro

8) bicho = riferito ad un essere umano significa persona molto brutta o infima....bestia

9) Marè = favela della zona nord di Rio de Janeiro

10) Benguela = Assieme a Luanda, Benguela fu un'importante città dell'Angola nota per il commercio degli schiavi neri verso il Brasile tra il 1500 e il 1800ca.  


11) Guinè = Guinea Portoghese = Stato Africano che nel 1500 fu un territorio importante per la tratta degli schiavi neri verso il Brasile. 







Nessun commento:

Posta un commento